Modello EASI®

EASI® è un percorso innovativo sviluppato da Consulnet® Italia e da Rödl & Partner nell’ambito del Progetto SIrcle® che recepisce le norme internazionali e i principi fondamentali che regolano le fasi evolutive dello sviluppo sostenibile – ambientale, sociale, economico – per integrarle nelle strategie e in tutti i processi aziendali.

SIrcle® accompagna l’Impresa verso una Sostenibilità consapevole: una scelta strategica che parte dal Board coinvolgendo l’ecosistema aziendale e tutti gli stakeholder, per generare valore duraturo, condiviso e un solido vantaggio competitivo.

IL MODELLO EASI® IMPLEMENTAZIONE ORGANICA: le fasi del percorso

I requisiti essenziali del Modello EASI®

  • Commitment: una scelta strategica del Board che coinvolge tutte le funzioni aziendali in modo coordinato.
  • Compliance: presidio e conformità alle norme e alle leggi applicabili, al fine di minimizzare rischi di sanzioni e tutelare l’Azienda.
  • Stakeholder Engagement: ascolto, consapevolezza, coinvolgimento delle risorse per la massimizzazione dei risultati.
  • Comunicazione: efficacia nel trasmettere a tutti gli Stakeholder le azioni intraprese e per accrescere la reputazione aziendale, la visibilità del Brand e il suo valore.

IL MODELLO EASI® – SEMPLICE, ADATTABILE, IMMEDIATO

EASI® ha una metodologia studiata per adattarsi alle specifiche realtà aziendali, dal B2B al B2C, ai diversi settori merceologici e alle diverse dimensioni aziendali: a tal fine sarà l’assessment iniziale a dettare le specificità del piano di lavoro.

Il Modello infatti parte dalla verifica dello stato attuale dell’azienda in tema di Sostenibilità, che normalmente rivela degli step già realizzati (spesso ancora da valorizzare), e delle certificazioni già ottenute.

EASI® è concepito anche per individuare da subito le possibili aree di rischio su cui intervenire e i ritorni a breve in termini di costi e benefici, senza aspettare il completamento della roadmap.

IL MODELLO EASI® CONSENTE:

  • ai Soci di diventare consapevoli del Valore della Sostenibilità per la loro organizzazione e i loro investimenti;
  • al Board di integrare la Sostenibilità nella Governance in chiave strategica;
  • al Management di rispondere alle attese del mercato e alle aspettative degli Stakeholder;
  • al Compliance Manager, Legal Officer, Responsabile Risorse Umane, Responsabile dei Sistemi di Gestione, al Corporate Social Responsibility Manager e al Chief Information Security Officer di valutare i rischi nel rispetto delle normative vigenti e di settore e potersi avvalere di un Sistema integrato a supporto;
  • all’Innovation Manager e al Responsabile Ricerca e Sviluppo di identificare opportunità offerte da nuove tecnologie, nuovi processi produttivi, nuove relazioni che potrebbero, oltre a ridurre i rischi, migliorare prodotti e prestazioni sociali e ambientali dell’intera filiera;
  • al Responsabile Marketing e Comunicazione di comunicare in modo trasparente contenuti sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione;
  • all’intera Organizzazione di intervenire per prevenire e mitigare rischi derivanti dalle tre dimensioni legate alla Sostenibilità (Sociale, Ambientale e di Governance) in ottica di tutela del business e della reputazione aziendale.